PRESS

giovedì, giugno 13th, 2013

Ci son percorsi che ti stupiscono per le mete inaspettate ed emozionanti che raggiungono. Quando anni fa iniziai a scrivere “In Italia sono tutti maschi” mai avrei creduto che le storie dimenticate dei confinati a San Domino potessero avere il riscatto dovuto. In questi anni non solo il libro ha raccolto premi e consensi, ma con Sara Colaone abbiamo avuto l’incredibile e onerosa opportunità di raccontare la loro storia anche in Francia, Spagna, Germania, Polonia, Belgio, fino in Canada. Sono seguiti i servizi di Artè, l’attenzione di importanti giornali, l’affetto di tanti lettori e giovani storici stranieri che hanno intrapreso lo stesso percorso di scrittura che ho vissuto io. Ora questo viaggio ha avuto il più grande e importante riconoscimento che potessimo sperare: l’8 giugno con Vladimir Luxuria, Gianfranco Goretti, le associazioni Lgbt italiane, e Amnesty International siamo andati alle Isole Tremiti per porre una targa nella strada dei cameroni, dove fino a 65 omosessuali furono confinati tra il ’38 e il ’40 (in tutta Italia furono oltre trecento documentati).
Mi sono ritrovato commosso ed emozionato nel restituire -con tutta l’umiltà e il rispetto- un’eco di quelle voci che non riuscirono mai a svestire i panni di vittime per divenire testimoni.

Vi lascio un video girato da Maurizio Guagnetti per il sito Radiobici.it, in cui io, Vladimir e Gianfranco, raccontiamo come andarono le cose in quell’ultimo anno di confino.
Grazie davvero a tutti per questo viaggio che mi ha accompagnato gli ultimi dieci anni, il ricordo di Ninella/Peppinella e di tutti gli altri confinati mi accompagnerà per molti anni ancora.

Luca de Santis

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: